IL SIGNOR YE ADORA I DRAGHI 叶公好龙

Il signor Ye adora i draghi

叶公好龙

yè gōng hào lóng

Affermare di amare qualcosa di cui in realtà si ha paura

Nel periodo delle Primavere e degli Autunni, viveva un certo signor Ye, conosciuto da tutti come un appassionato di draghi. Nella sua casa, ogni cosa, muri, colonne, finestre, porte e persino oggetti di uso quotidiano, era decorato con figure di draghi.

Quando in cielo un vero drago venne a sapere di questo fatto, decise di andare a fare visita al signor Ye per congratularsi con lui. Il drago giunse dal signor Ye ed entrò nella sua casa con la testa infilata nella finestra e la coda lunga sul pavimento; il Signor Ye lo vide e, invece di essere contento di incontrare il suo idolo, scappò per lo spavento.

Questo chengyu ironizza su chi professa di amare o supportare qualcosa, però all’atto pratico ne ha paura.

Mao Zedong utilizzò questo idioma all’interno del suo Rapporto d’inchiesta sul movimento contadino nello Hunan per riferirsi a chi sosteneva di essere rivoluzionario ma in realtà aveva paura della rivoluzione.

 

Fonti:

 

Disegno: Anna Jahier

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *